• Offerta di benvenuto
  • PILLOLE BONUS FINO AL 30%
  • PER TUTTI GLI ORDINI
Servizio Clienti Servizio Clienti
Lunedi Venerdi 09:00 - 17:00
Teléfono:
Chiamate Internazionali:

Tumore alla prostata: come distinguerlo da una normale infiammazione

PROBLEMI ALLA PROSTATA E PROSTATA INFIAMMATA 

La prostata è una ghiandola specifica del nostro organismo che fa parte dell'apparato genitale maschile ed è situata nell'area pelvica tra il retto e la vescica. Questa ghiandola è presente solo nei mammiferi di sesso maschile e la sua funzione è quella di produrre il liquido prostatico nel processo delle funzioni riproduttive. Quindi la prostata è molto importante per quanto riguarda la veicolazione degli spermatozoi, in quanto questo liquido ha il compito di rendere l'uretra adatta al loro passaggio neutralizzando l'acidità dell'ambiente causata dal passaggio dell'urina. I problemi alla prostata colpiscono gli uomini di tutte le età ma possono diventare più frequenti con il passare degli anni.



Il problema più comune è l'infiammazione della prostata (o prostatite), cioè un'infiammazione di questa ghiandola che provoca sintomi quale bruciore e dolore durante l'eiaculazione e l'urinazione, dolore allo scroto, alla schiena, al retto e nell'area pelvica. 

Articolo Correlato: La migliore pillola contro l’impotenza: Levitra Originale di marca Bayer

L'infiammazione è dovuta generalmente ad una infezione batterica e andrà pertanto curata seguendo una specifica terapia di antibiotici e anti-infiammatori decisa dal medico curante.

L'ESAME ALLA PROSTATA E LE CALCIFICAZIONI DELLA PROSTATA

Il metodo principale utilizzato per determinare la presenza di problemi alla prostata è quello dell'esame digitale. Con questo esame il medico curante andrà a tastare la prostata infiammata (generalmente una infiammazione provoca un ingrossamento della prostata percepibile anche tastandola) per fare una prima diagnosi ed, eventualmente, prescrivere degli esami più accurati in modo da determinare la patologia specifica.

Per esempio potrebbe esservi richiesto di eseguire un esame ecografico che andrà ad individuare eventuali calcificazioni della prostata: queste calcificazioni tipiche delle persone più giovani sono un segno evidente di un'infiammazione cronica della prostata ma indicano anche un processo di guarigione in atto, quindi non si tratta di un sintomo preoccupante.

L'esame digitale della prostata resta comunque uno degli esami più importanti per la prevenzione e l'individuazione di eventuali patologie più gravi, quindi è sempre consigliato per persone che presentano sintomi alla prostata e in particolare per gli uomini over 50.

TUMORE ALLA PROSTATA: SINTOMI E DIAGNOSI

I sintomi del tumore alla prostata sono simili: dopo un avvio asintomatico, generalmente questo cancro provoca problemi alla prostata simili a quelli dati da una semplice infiammazione. Problemi ad urinare, bisogno continuo di urinare, dolore, sangue nelle urine e nello sperma e simili.

Articolo Correlato: Compra Cialis generico 5 mg, 10 mg e 20 mg online a un prezzo conveniente

Il modo migliore per individuare un tumore, e accertarsi che non si tratti di una normale infiammazione, è quello di eseguire una misurazione del PSA, cioè un esame dell'antigene prostatico specifico in modo da individuare un'eventuale alterazione dei valori. In caso di valori alterati si procederà con un'analisi più accurata della prostata tramite ispezione rettale o altri metodi e si proseguirà con esami specifici per individuare il tipo di tumore.

Come ogni tumore potrà essere benigno o maligno, quindi bisognerà affidarsi agli specialisti medici per poter stabilire un percorso terapeutico adatto ed andare ad intervenire sul problema.

Il tumore alla prostata è uno dei tumori più comuni tra gli uomini (specialmente quelli che superano i 50 anni) con una incidenza superiore al 20% dei casi. La pericolosità di questo tumore consiste nel fatto che può essere facilmente scambiabile per una semplice infiammazione della prostata e ignorato a lungo. Pertanto è sempre importante avere un parere da parte di un medico professionista ed effettuare l'esame prostatico regolarmente, possibilmente una volta all'anno.