• Offerta di benvenuto
  • PILLOLE BONUS FINO AL 30%
  • PER TUTTI GLI ORDINI
Servizio Clienti Servizio Clienti
Lunedi Venerdi 09:00 - 17:00
Teléfono:
Chiamate Internazionali:

Esercizi perineali di Kegel: come fare correttamente gli esercizi di Kegel

GLI ESERCIZI DI KEGEL: UNA GINNASTICA UTILE PER TUTTI 

Gli esercizi perineali di Kegel sono degli esercizi muscolari ideati negli Stati Uniti d'America del XX secolo dal ginecologo Arnold Kegel. Gli esercizi consistono nell'attuare contrazioni muscolari controllate dei muscoli del pavimento pelvico, cioè quei muscoli situati nel bacino: muscoli rettali, muscoli pelvici e legamenti che controllano la vescica, l'intestino, il retto e, per le donne, l'utero. Questa tecnica è utile sia per gli uomini che per le donne.



Kegel era un ginecologo, quindi originariamente sviluppò questi esercizi per incrementare la resistenza dei muscoli pelvici delle sue pazienti (in particolare per quelle affette da prolasso uterino e anorgasmia), ma, a seguito della sperimentazione sugli uomini, si è capito che questi esercizi possono portare enormi benefici anche per malattie andrologiche quali l'incontinenza urinaria, la difficoltà ad avere orgasmi, l'eiaculazione precoce, la disfunzione erettile e l'Iperplasia prostatica benigna (patologia che comporta dolore e del gonfiore prostatico). 

Articolo Correlato: Prezzo vantaggiosissimo per Levitra 10 mg e 20 mg senza ricetta in vendita online

Pertanto fare regolarmente gli esercizi di Kegel sarà di aiuto per moltissimi uomini nel risolvere alcuni spiacevoli problemi che li affliggono. In questo articolo parleremo di come eseguire questi esercizi.

COME FARE GLI ESERCIZI DI KEGEL: UNA GUIDA PER L'UOMO

Ecco una breve guida che delinea i passaggi principali per effettuare correttamente gli esercizi di Kegel:

  • Posizionatevi nel modo che preferite: potete stare in piedi, sdraiati o anche seduti. Non ha importanza.
  • Assicuratevi di avere la vescica vuota al 100%: provare a fare gli esercizi di Kegel con la vescica piena può comportare un ulteriore cedimento dei muscoli del pavimento pelvico e un conseguente peggioramento delle patologie pre-esistenti.
  • Contraete i muscoli pelvici per almeno 10 secondi
  • Rilassatevi e rilasciate lentamente i muscoli per circa 10-15 secondi
  • Nel frattempo mantenete gli altri gruppi muscolari immobili: non muovete le gambe, i glutei o il bacino.
  • Ripetete l'esercizio per 10 volte e, in totale, per 30-40 volte nell'arco della giornata, in sessioni da 10.

Fare questo esercizio è relativamente semplice, all'inizio vi risulterà difficile mantenere la contrazione per 15 secondi, è normalissimo. Dopo alcune ripetute i muscoli si rafforzeranno e potrete compiere l'intero esercizio senza problemi, quindi non preoccupatevi se per le prime volte non riuscite a eseguire l'esercizio fino alla fine dei 15 secondi.

ESERCIZI PERINEALI DI KEGEL: VANTAGGI

Effettuare questo tipo di ginnastica porta vantaggi concreti e verificabili, come provato da medici e fisioterapisti nei decenni passati. Questi esercizi sono utili sia per gli uomini che per le donne, non bisogna per forza soffrire di una determinata patologia per trarre vantaggio dalla ripetizione giornaliera degli esercizi di Kegel, chiunque può ottenere risultati positivi da essi. 

Articolo Correlato: Comprare Viagra Pfizer originale di marca: IL VIAGRA per eccellenza

In particolare ripetere giornalmente questi esercizi può aiutare a rafforzare i muscoli del pavimento pelvico con conseguenti vantaggi: rafforzamento della vescica e prevenzione di possibili problemi di incontinenza, miglioramento della minzione, riduzione dei problemi di eiaculazione precoce, prolungamento dell'erezione, miglioramento del funzionamento dello sfintere urinario, dell'intestino e dell'uretra. 

Basteranno due o tre settimane per vedere i primi risultati. Questi esercizi sono utili soprattutto per le fasce d'età più anziane e aiutano a prevenire molti dei disturbi tipici della terza età. Per esempio il problema dell'incontinenza urinaria che, secondo le statistiche, colpisce quasi il 25% della popolazione maschile over 80.

Ovviamente questi esercizi da soli non costituiscono una soluzione totale e definitiva per queste problematiche, sono ottimi per la prevenzione o la riduzione dei sintomi, ma per i casi più gravi sarà necessario l'intervento del medico, una cura farmacologica e, dove necessario, un intervento chirurgico.